Archivi giornalieri: 17 gennaio 2018

Basket Serie B;I Post-Gara Dagli Altri Campi Della 2da di Ritorno Di;Mimmo Siena

Logo Lega Nazionale Pallacanestro(2)Porto S.Elpidio-Senigallia 64-72;Bruttissima domenica per la Malloni che perde il terzo derby stagionale, il secondo in casa ed esce momentaneamente dalla zona playoff. Biancoazzurri incapaci di imporre il loro ritmo e complice una giornata pessima al tiro da tre (17%) consegnano il derby nelle mani di una Goldengas che porta a casa due punti pesantissimi in chiave playoff. fuoco di paglia perché Senigallia torna subito nel match con le triple di Giacomini e Paparella. Al 30’ è +3 Malloni (55-52). La gara di Romani e compagni finisce di fatto qui: le cattive percentuali e la smarrimento in attacco cambiano l’inerzia del match, Senigallia senza neanche compiere uno sforzo immane porta a casa un successo che complica maledettamente la rincorsa della Malloni ad una posizione nella griglia playoff. Domenica a Fabriano, un altro derby, da riscattare il ko dell’andata quando al Palas di Via Ungheria passò la Janus.

Olimpia Matera-Pasca Nardo’92-87;L’Olimpia Matera ha superato lo scoglio virtualmente insormontabile del Nardò, fresco dell’affermazione della scorsa settimana sul treno ad alta velocità di San Severo: domenica, 14 gennaio 2018, il Palasassi di Matera ha ospitato la performance di due squadre che si sono affrontate a viso aperto per tutti i quaranta minuti di gioco, che si sono conclusi con il punteggio di 92 a 87 a favore dei padroni di casa. La partita era valida per la seconda giornata di ritorno del girone C (17/30) del Campionato Nazionale di Serie B “Old Wild West” di Pallacanestro 2017/2018.

Lions Bisceglie-Civitanova Marche 74-47;È un’altra Di Pinto Panifici. Sicura in attacco, tenace a rimbalzo, tosta in difesa. Pronta a trasformare nella massima efficienza possibile sui due lati del campo il frutto del duro lavoro compiuto in settimana. La striscia aperta è di sette vittorie consecutive, l’ultima nel faccia a faccia casalingo con Civitanova, staccata ora di due lunghezze in graduatoria e col 2-0 negli scontri diretti in favore di Riccardo Antonelli e compagni.Domenica, ancora al PalaDolmen con Giulianova, l’opportunità per allungare a otto la serie di affermazioni di fila e completare l’attacco alla seconda posizione in classifica.

Campli-Valdiceppo Perugia 81-67;Il margine finale è ampio, ma la Sicoma ha comunque saputo vendere cara la pelle sul campo di Campli, dove Burini e soci hanno perso una sola volta in tutta la stagione. Momento molto positivo per la squadra di Millina, che non ha perso la testa quando è scivolata sotto anche di 10 lunghezze e ha saputo colpire con precisione chirurgica nei momenti caldi della partita.Sicoma dunque sconfitta, con alcuni segnali positivi da non sottovalutare ma certamente molto lavoro da fare in chiave soprattutto difensiva in vista del match casalingo di domenica prossima quando al PalaCestellini scenderà Nardò.

Basket Recanati-Teramo Basket 71-63;Il Teramo Basket 1960 non riesce nell’impresa di espugnare il campo di Recanati ed esce sconfitto, a testa altissima, 71-63.È stata una partita condizionata in negativo dalla pesante assenza del centro titolare Cicognani, allo stesso tempo però, guardando il bicchiere mezzo pieno, ha dimostrato ancora una volta il carattere che hanno i ragazzi di coach Piero Bianchi, bravi in più di un’occasione nel non perdere la testa, rientrare a contatto e mettere in seria difficoltà una delle formazioni più forti del Girone C.Da questo concetto bisognerà ripartire per affrontare al meglio il prossimo match contro Senigallia.

Cestistica San Severo-Amatori Pescara 101-65;La Cestistica San Severo stravince nel suo Pala”Falcone-Borsellino”contro Pescara nella 2da di ritorno della Serie B cestistica,era stato uno sfortunato incidente il ko di una settimana prima a Nardo’,ed ora si riparte piu’cocciuti e forti di prima il 16mo successo e’gia’in casella sin dalle prime battute del match,in doppia cifra i soliti”solisti”Rezzano-Malagoli-Bottioni,unitamente a Smorto,Ciribenie Scarponi mentre Di Donatononostante sia a mezzo servizio,causa influenza riesce a dare il contributo alla causa giallonera.Pescara fa quel che puo’per rendere meno gravoso il puinteggio 101-65 ma non disdegna qualche bella giocata.