Archivi giornalieri: 24 dicembre 2017

Messaggio di Natale Del Vescovo Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano Di;Redazione Speciale News Web 24

Mons.Luigi Renna Vescovo Diocesi Cerignola-Ascoli Satruano

Mons.Luigi Renna Vescovo Diocesi Cerignola-Ascoli Satruano

Pubblichiamo Integralmente Il Messaggio Natalizio del Vescovo della diocesi di Cerignola(Fg)-Ascoli Satriano Monsignor Luigi Renna,nota diramata Dall’Ufficio Stampa della santa Nunziatura Apostolica 

”.Fratelli cari, le nostre famiglie ritroveranno speranza e gioia se in esse il
Signore Gesù, spesso dimenticato, tornerà ad essere presente nei pensieri, nelle
scelte, nei discorsi. Quando papà e mamma sono i primi a tenerci alla Messa
domenicale, a santificare la festa, a pregare e a trasmettere la fede ai figli, ritorna
nelle famiglie il vero profumo del Natale, quello della presenza di Dio.
Tra i santi che il Papa ci propone come modelli, c’è una giovane monaca
francese,Teresa di Gesù Bambino,vissuta a fine Ottocento. Era una donna
semplice e di grande dolcezza, che aveva scoperto il segreto dell’Infanzia
di Gesù,il farsi piccolo del Figlio di Dio, e il rimanere tale, tanto da rivolgersi all’Altissimo
anche da uomo maturo, prossimo alla morte, con le parole: “Abbà”, cioè “Papà”,
Miei cari, una famiglia solida è quella dove si coltivano queste leggi semplici: il
rispetto reciproco, il dialogo che non arriva mai ad alzare la voce, la tenerezza che
rigetta violenze verbali e fisiche, l’abbandono all’altro in nome di una grande
fiducia. Come è bello amarsi tessendo, giorno dopo giorno, dalla giovinezza fino
alla vecchiaia, l’inestimabile bene della fedeltà! Lo so che non va di moda questa
ultima virtù, e che i “cine-panettoni” (proprio a Natale!) hanno per anni
squallidamente fatto pubblicità di superficialità, tradimenti, amorazzi, vuotaggine.
Il nostro Natale e le nostre famiglie hanno altri modelli: con Teresa di Gesù
Bambino vogliamo imparare che essere adulti vuol dire farsi piccoli e fedeli, e che
solo le persone mature e che sanno “perdersi” per amore, come il “Divino Infante”,
sanno costruire relazioni solide, felici e durature.Care famiglie, profumate con il vostro amore il mondo, attingendo forza e dolcezza dal mistero del Natale! Fate sperimentare il senso della familiarità alle
persone sole più allarghiamo il nostro cuore a tutti, più saremo ricchi di gioia.
Non dimentichiamo gli
immigrati, soprattutto i più giovani che non hanno qui la
loro famiglia: trovino in noi rispetto, accoglienza, riconoscimento dei giusti diritti
di lavoratori.
E un’ultima parola a voi,
cari amministratori:
avete ben capito che solo quando la famiglia è solida, un paese e una città progrediscono. Perciò, non fate
mancare la vostra sollecitudine e il vostro impegno perché, non solo in questi
giorni di festa ma sempre, le famiglie possano andare avanti dignitosamente,
ricordando che il lavoro è il primo diritto che esse reclamano, e sta anche a voi
creare le condizioni giuste perché possa esserci una reale ripresa economica anche
nel nostro Sud, e i nostri giovani non fuggano via, prima con la testa e poi con le
loro splendide energie.vi auguro!
Passerà il Natale, ma la gioia che avrà lasciato profumerà ogni casa per tutti i
giorni dell’anno! Buon Natale e Buon 2018.
† Mons.Luigi Renna
Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano

ERASMUS+YEA: IL LOGO MADE IN “CARDUCCI-PAOLILLO”Di;Redazione Speciale News Web 24

Team Erasmus Young,Logo Europeo ad Una Scuola Ofantina

Team Erasmus Young,Logo Europeo ad Una Scuola Ofantina

Si è tenuto a Čakovec, in Croazia, dal 13 al 16 dicembre il primo meeting transnazionale del progetto Erasmus+ “Young Enterpreneurs in Action- YEA” (Giovani Imprenditori in Azione). “Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche” e coinvolge cinque paesi: Croazia, paese capofila,  Portogallo, Repubblica Ceca, Turchia e Italia. A rappresentare l’Italia, l’Istituto Comprensivo “Carducci- Paolillo” di Cerignola, diretto dalla dott.ssa Maria Racanelli.Una delegazione del gruppo di lavoro Erasmus+ che ha rappresentato la scuola, formata dalla prof.sse M. D. Forte  e S. Pedico, ha presentato, insieme agli altri paesi partner della Croazia, la proposta di un logo che rappresentasse il progetto e il fine di tale progetto: come  gli alunni possano fare impresa.. Tra i 17 loghi presentati, alla fine è stato scelto quello proposto dall’istituto cerignolano.Il gruppo di lavoro ERASMUS+ dell’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo costituito dal Dirigente Scolastico, dott.sa Maria Racanelli, dal D.S.G.A., rag. Nunzia Caputo, dai docenti prof.ssa M.D. Forte, coordinatrice del progetto per l’Italia, prof.ssa S. Pedico, prof.ssa P. Cipollino, prof. N. D’Andrea, prof. V. Raddato, insieme agli alunni coinvolti e rispettivi genitori  (classe II della scuola secondaria di I grado) accoglierà a marzo un gruppo di studenti coetanei provenienti dai paesi partner del progetto facendo vivere loro un’esperienza tra tradizione e innovazione per trasmettere ai ragazzi la bellezza di essere cittadini del mondo.

Basket Serie B;Chiusura di 2017 Amaro Per La Castellano Udas Ko Ad Opera di Bisceglie per 76-61 Di;Mimmo Siena

Basket Serie B Castellano Udas-Lions Bisceglie 61-76

Basket Serie B Castellano Udas-Lions Bisceglie 61-76

L’Anno 2017 si chiude amaramente per la Castellano Udas,nella 15ma ed ultima di andata del Campionato di Serie B i biancazzurri di Gigi Marinelli subiscono una sconfitta pert 61-76 da un Bisceglie che solo nell’ultimo quarto imprime la fuga vincente del match.La prima parte di gara vede Sabbatino in campo dal 1’e Gambarota nell’inedito ruolo di Play,confezionano un buon gioco ed ottengono un primo mini-break di 8-2,Bisceglie si affida ad Azzaro e Di Emidio che dalla distanza fanno male eccome tant’e che risulteranno fra i migliori dell’intera gara.La gara e’godibile e la difesa biancazzurra sa farsi rispettare con Kushev,Ippedico e Gambarota,non e’ da meno la sponda ospite che riuscira’a rimanere sempre nella scia dei”Cannibali”che all’intervallo lungo saranno sotto di un punto 33-34.La seconda parte del match comincia con la Castellano Udas che opera un +5 in apertura di 3zo quarto con Tredici e Gambarota 46-42,Bisceglie si affida ai falli sistematici ed a qualche decisione arbitrale avversa ai biancazzurri da scatenare le proteste di tifosi e panchina,e non manca qualche muso duro difficile da gestire alla penultima sirena e’pari 50-50.Diventano cosi’decisivi gli ultimi 10’di gara e qui Si Scatena Di Emidio che non fallisce nel tiro da 3,e da’al Lions Bisceglie la fuga vincente,mentre i biancazzurri cosi’come era avvenuto nelle ultime 4 partite cedono la vittoria agli avversari.Dopo il girone di andata, La Castrellano Udas chiude con 10 punti in classifica 5 vittorie e’10 sconfitte,dati che preoccupano unito ad un Campanello D’Allarme suonato gia’ da qualche partita,facile prevedere polemiche e’critiche da non escludere novita’nei prossimi giorni.Adesso bisognera’rimboccarsi le maniche per un girone di ritorno che si preannuncia irto di difficolta’,si torna in campo il 7 Gennaio 2017 al Pala”Di Leo”Contro Campli Vincente su Teramo per 94-72.