Archivi Giornalieri: 21 novembre 2017

Basket Serie B;I Post-Gara Dagli Altri Campi Di;Redazione Speciale News Web 24

Logo Lega Nazionale PallacanestroCivitanova Marche-Giulianova 85-76;La Rossella Civitanova centra la seconda vittoria consecutiva sconfiggendo 85 – 76 Giulianova al Palarisorgimento. Era una partita importante perché gli abruzzesi fino a due settimane fa erano da soli secondi in classifica e perché la Rossella non era mai riuscita ad entrare in striscia positiva, lasciando anche diversi punti per strada fra le mura amiche. Gli uomini di coach Rossi hanno invece tenuto un ottimo livello per tutti i quaranta minuti, migliorando proprio la continuità mancata in passato e nei minuti finali hanno piazzato il break decisivo. Bene gli ormai soliti Andreani (23 punti, 8 rimbalzi, 7 assist) e Coviello (16/6/4), così come i lunghi Amoroso (17 punti) e Marinelli (12), quanto mai fondamentali contro le torri di Giulianova, e Felicioni determinante nel finale.

Cestistica San Severo-Porto S.Elpidio 74-64;Vincere, nel basket, non è mai facile, specie se di fronte hai una compagine, quella elpidiense, sfrontata e capace di spaventare la capolista. Ma, passata la paura, San Severo ha piazzato il break mortifero (9-0) con cui ha riportato l’inerzia dalla propria ed è riuscita così a vincere il match, inanellando il nono sigillo consecutivo grazie, ancora una volta, all’ottima fase difensiva che garantisce agli avversari poco più di 60 punti.“Vincere nove partite su nove – dichiara il ds Pino Sollazzo – è frutto del duro lavoro iniziato tre mesi fa e tuttora in corso. In settimana abbiamo avuto alcuni ragazzi febbricitanti e nonostante questo oggi hanno dato tutti il massimo. Siamo ancora più soddisfatti vista la grande presenza di tifosi e per la sportività con cui le due tifoserie hanno assistito e applaudito la bella e combattuta partita. Questi sono i motivi per cui amiamo il basket”.

Valdiceppo Perugia-Teramo Basket 81-64;

14 punti nel primo quarto di Meschini, pressing a tutto campo e Panzieri immediatamente positivo. Questi i dati del primo quarto giocato da una Valdiceppo determinatissima, che sorprende visibilmente un Teramo nel quale solo Salamina è pronto a rispondere colpo su colpo. Coach Bianchi prova a spegnere il ritmo imposto dai padroni di casa ricorrendo alla zona 3-2 e giocandosi anzitempo rispetto al game-plane la carta Cicognani in condizioni non ottimali.
L’inizio del secondo quarto però è tutto di marca ospite,  Petrosino perde subito un pallone velenoso, l’atletismo di Staffieri si fa sentire mentre Lagioia comincia a scaldare la mano dal perimetro, rosicchiando un vantaggio che era già salito in doppia cifra e riducendolo ad una sola lunghezza (28-27). Inevitabile il time-out dal quale i ponteggiani escono con le idee più chiare, la palla circola più velocemente contro la zona, Orlandi e il Meschini la colpiscono con precisione dal perimetro ristabilendo le distanze. Per rimanere nella partita Teramo di affida a Milojevic che è efficace in avvicinamento a canestro sia contro Panzieri che contro Mobio.E’ Filippo Meccoli a respingere la rimonta ospite, prima una rubata sulla rimessa, poi diversi viaggi in lunetta che riportano l’inerzia dalla parte degli uomini di Pierotti. Al resto ci pensa Mobio con grande presenza a rimbalzo e due soluzioni da vicino che valgono il più 14 di metà partita.Si riparte subito con un tap in di Meccoli e una bella soluzione uno contro uno di Mobio contro Cicognani, ma i segnali difensivi sono allarmanti, Salamina e Staffieri arrivano al ferro senza difficoltà costringendo la panchina ponteggiana a spendere un time out. Il vantaggio dei padroni di casa torna a salire e sfiorare i 20 punti, ma nella fase finale del terzo quarto il gioco ristagna e i molti tiri liberi concessi tengono gli abruzzesi in partita. Ci vogliono due giocate di Orlandi per ridare fiducia ai suoi ed affrontare la volata finale sul più 14 (63-49).Il drastico calo del ritmo nuoce però alla Valdiceppo, che non trova buone soluzioni contro la zona, mentre Teramo risale fino al meno 6 (65-59) con le triple di Musso e Panzieri, fino a quando il capitano non sale in cattedra con due canestri da tre punti consecutivi ed un assist a Panzieri. Più 14 di nuovo in un amen, gli abruzzesi non ne hanno più la gara è ormai della Valdiceppo che conquista con merito il suo terzo successo stagionale.

Campli-Amatori Pescara 84-62;L’Amatori Pescara interrompe la sua striscia positiva e cade 84-62 davanti ai farnesi di coach Millina. Partita decisa nel secondo quarto, quando i padroni di casa hanno messo a segno un perentorio 26-9 che ha indirizzato il match. Troppo pesanti, in casa pescarese, gli infortuni di Caverni Bedetti: assenze che non consentono alla squadra di giocare con continuità per tutti i quaranta minuti di partita. Anche in una serata negativa, comunque, l’Amatori deve guardare al bicchiere mezzo pieno, perchè Luca D’Eustachio, classe 1999, sta mostrando incredibili segni di miglioramento e oggi ha segnato ben 18 punti;  perchè il lungodegente Andrea Grosso oggi è tornato sul parquet e perchè anche stavolta la tifoseria ha seguito in trasferta la squadra. L’Amatori domenica ospiterà Cerignola, sperando di avere segnali confortanti innanzitutto dall’infermeria. 

Lions Bisceglie-Senigallia 71-78;Di Pinto Panifici Bisceglie ancora kappaò fra le mura amiche del PalaDolmen. Il collettivo nerazzurro si è arreso anche nel confronto con Senigallia: quarto stop interno su altrettante sfide per Riccardo Antonelli e compagni, situazione di classifica preoccupante.Bisceglie ha risalito la china progressivamente: Castelluccia e Azzaro, ispirati da Bonfiglio, hanno accorciato il gap e quando Diomede, dalla lunga distanza, ha messo a segno la tripla del -2 (68-70) a tre minuti dalla conclusione, il pubblico di casa ha confidato nella possibilità di un successo. Giampieri e Paparella, lucidissimi, hanno siglato il +5 (69-74); il playmaker italo-argentino e Tortù, dalla lunetta, hanno chiuso i conti.

Olimpia Matera-Ortona 100-79;Prosegue la serie positiva dell’Olimpia Matera, che nel pomeriggio di domenica, 19 novembre 2017, ha superato l’Ortona al Palasassi con un punteggio convincente: 100 a 79. La partita rientrava nel calendario della nona giornata del girone C di andata, del Campionato Nazionale di Pallacanestro di Serie B “Old Wild West” 2017/2018. Gli abruzzesi, che conseguono la quinta sconfitta consecutiva, riescono a tener testa ai lucani nel solo primo quarto, chiuso con il punteggio di 20 a 18. La seconda frazione di gioco registra un’accelerazione dilagante dei materani, che raddoppiano quasi le realizzazioni degli avversari, il parziale è di 28 a 15. Dopo la pausa lunga, l’Olimpia riparte a spron battuto, salvo ripiegare sul ritorno di fiamma dell’Ortona, che si riporta a -10 alla fine del terzo quarto (72 a 62, con un parziale a favore degli ospiti di 29 a 24). Totale controllo negli ultimi dieci minuti di gioco da parte dell’Olimpia, che realizza 28 punti contro i 17 degli avversari e conclude la sfida con un totale di 100 punti su 79 di Ortona.

Janus Fabriano-Basket Recanati 50-73;E’ una prestazione sottotono quella della Ristopro Fabriano nella nona giornata della Serie B. Al PalaGuerrieri arriva una Recanati pronta a riscattare le ultime due sconfitte e coach Piero Coen lancia i suoi con una zona tre-due, mantenendo lo stesso accorgimento tattico per lunghi tratti del match. Funziona, perché la Ristopro conclude nei primi venti minuti di gioco appena cinque volte dal pitturato e ben ventidue dal perimetro. Sbaglia però troppo e gli ospiti non perdonano: Di Viccaro si inventa tre triple impossibili (prima di abbandonare il parquet per infortunio) che permettono ai gialloblu di mettere ben ventiquattro punti tra loro ed i padroni di casa dopo quindici minuti di gioco. Fabriano si aggrappa a Michele Bugionovo e Filiberto Dri per cercare di rimarginare la ferita, già troppo profonda. Nel secondo tempo infatti l’elevato tasso tecnico di Recanati e le percentuali di spessore escono, permettendo a coach Coen di gestire al meglio uomini e vantaggio nel punteggio. Un momento difficile per i biancoblù, nel quale sarà necessario interrogarsi e ripartire.

Nubifragio ”Liceo Artistico Sacro Cuore”a Cerignola Chiusa Per 3 Giorni Di;Mimmo Siena

Liceo Artistico''Sacro Cuore''Mobilitazione Continua

Liceo Artistico”Sacro Cuore”Mobilitazione Continua

La Protesta dei ragazzi del Liceo Artistico”Sacro Cuore”di Cerignola(Fg)effettuata ieri per le strade cittadine e poi con un incontro avuto con il sindaco locale Metta,ha ottenuto un importante risultato.Con una ordinanza emanata il primo cittadino ha disposto la chiusura del plesso per 3 giorni nelle motivazioni dice”Dopo aver ascoltato le giustissime preoccupazioni degli alunni del Liceo Artistico “Sacro Cuore” ho chiesto l’intervento dei Tecnici dell’Ufficio Comune di Cerignola, pur non essendo la manutenzione della  struttura di competenza comunale, al fine di valutare le condizioni di sicurezza degli utenti a seguito delle precipitazioni eccezionali della scorsa settimana.La proprietà, la gestione e la manutenzione del “Sacro Cuore” è della Provincia ma in qualità di Sindaco ho il dovere di garantire sicurezza e salute pubblica agli alunni, all’intero corpo docenti e a quanti nella scuola svolgono il proprio lavoro. Sono a conoscenza dell’apprezzamento del Dirigente Scolastico dott.ssa Giuliana Colucci alla quale rispondo che in qualità di Primo Cittadino ho il dovere di garantire tutela ai miei cittadini ed in particolar modo agli alunni della nostra Città”.Dunque nonostante il silenzio reiterato dell’ente guidato da Francesco Miglio si contrappone la determinazione del primo cittadino ofantino per non lasciare sotto silenzio una situazione non piu’rinviabile.Da ricordare che si era mobilitato anche Il Maestro Miguel Gomez che con un video diventato virale ha chiesto a tutti di non lasciare sola l’istituzione scolastica e di mobilitarsi in sua difesa.

Grande Successo Per Nessun Parli Musica e Arte Oltre Le Parole a Cerignola Di;Mimmo Siena

Nessun Parli Alla Scuola Media Pavoncelli Cerignola(Fg).

Nessun Parli Alla Scuola Media Pavoncelli Cerignola(Fg).

Quante emozioni si possono avere ascoltando o cantando,quante fra ballo danza,divertimento ma con un unico denominatore;Il Silenzio.E’Questo il senso della iniziativa Nessun Parli Musica e Arte Oltre La Parola che si e’svolto oggi presso la Scuola Media”Pavoncelli”di Cerignola(Fg)diretta dal Preside Vito Panebianco,conivolta tutta la scuola fra alunni e docenti con l’occhio e la determinazione della ispiratrice Maria Grazia Bonavita.Una iniziativa che nel corso delle ore antecedenti all’evento ha registrato la presenza di tante realta’Lì’Age Genitori,i Ragazzi Del Liceo Artistico”Sacro Cuore”Rudra Ballet di Ernesto Valenzano,Fit Point di Maddalena Tressante ed Altri.gli stessi ragazzi della scuola fra l’esterno e l’interno hanno dato vita ad una serie di magie ed emozioni che difficilmente si dimenticano,Dal disegno alla musica al ballo ognuno in un contesto diverso,ma con un unico denominatore;Il Silenzio di saper trasmettere ogni arte,ogni pensiero,ogni gesto perche’finche’siamo un popolo di democrazia,anche partendo da queste realta’si puio’dare un forte segnale e da Cerignola c’e..forte piu’che mai..