Archivi Giornalieri: 2 febbraio 2016

Bambino Caduto In Una Scuola a Cerignola Precisazione Della Dirigente Scolastica Lucia Lenoci Di;Mimmo Siena

Istituto Comprensivo Di Vittorio-Padre Pio Cerignola(Fg)

Istituto Comprensivo Di Vittorio-Padre Pio Cerignola(Fg)

Ci e’giunta Questa Sera In Redazione una nota stampa della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Di Vittorio-Padre Pio di Cerignola(Fg),che ha fatto piena luce su una vicenda che ha visto coinvolto un ragazzo,caduto da una rampa di due metri alla Scuola Secondaria”Padre Pio”.Questa Testata diversamente da altre,non ne ha parlato in queste ore,proprio perche’si aspettava una ricostruzione ufficiale dei fatti accaduti,con La Nota Stampa Della Preside Lenoci ci spiega cosa e’successo;”Lunedì 01/02/2016 nel corso di normali e quotidiane attività didattiche nella classe terza E un alunno è stato ripreso dai docenti per un suo comportamento non corretto e di seguito alcuni docenti hanno continuato a dialogare con lo stesso alunno cercando di fargli comprendere quanto fosse necessario ed utile avere atteggiamenti e comportamenti virtuosi.Nel corso della discussione il ragazzo è diventato sempre più nervoso ed agitato fino a quando non è uscito dall’aula allontanandosi nei corridoi fermandosi ad effettuare alcune telefonate.Nel frattempo la professoressa impegnata nel dialogo ha accusato un malore e soccorsa dai docenti presenti e dal personale ATA.Il ragazzo a questo punto è rientrato nell’aula ha aperto la finestra ha scavalcato il davanzale, si è seduto sulla grata metallica frangisole ed è sceso sulla sottostante rampa metallica di passaggio posta ad una distanza di due metri e mezzo.Rialzatosi il ragazzo è rientrato nella scuola raggiungendo la sua aula dove nel frattempo è sopraggiunta la famiglia che ha redarguito il ragazzo  che poi è uscito con la stessa.Ribadiamo che non è stata fatta nessuna chiamata al 118, che non ci risultano indagini di polizia e che soprattutto nei confronti del ragazzo non sono state messi in atto atteggiamenti o comportamenti offensivi e meno che mai persecutori da parte di docenti.I docenti del consiglio di classe hanno avuto un costante dialogo con la famiglia del ragazzo tanto che l’ultimo colloquio si è svolto martedì scorso nell’ottica di individuare tutte le strategie comuni per garantire il benessere scolastico e sociale del ragazzo.In sinergia con la scuola e la famiglia ha operato anche il parroco di S. Trifone, don Claudio Barboni.La giornata si è conclusa con un lungo appassionato e produttivo incontro con il ragazzo ed i suoi genitori alla presenza di don Claudio Barboni, grande alleato nella nostra difficile azione educativa e di formazione. Il ragazzo, tranquillizzato, ha spiegato le ragioni del suo gesto ed ha escluso in modo categorico la volontà di un gesto estremo ed ha spiegato che voleva allontanarsi dalla scuola per evitare possibili conseguenze disciplinari per il suo comportamento in classe. Fra le righe ha anche spiegato di essere un praticante dello sport estremo chiamato “parkour” ( salto fra muri) che spiega la facilità con la quale è saltato senza prodursi danni fisici.In considerazione del fatto che su organi di stampa on line e su diversi profili Facebook sono apparse notizie allarmanti, fuorvianti e pericolose soprattutto per la tutela del minore si chiede una immediata e sostanziale rettifica di quanto pubblicato anche alla luce di quanto previsto dalla Carta di Treviso, nota a tutti i giornalisti.Tale rettifica si rende necessaria anche per tutelare l’immagine dell’istituzione scolastica impegnata quotidianamente ad affrontare problematiche difficili che hanno la loro origine nell’età adolescenziale e nelle loro complesse situazioni familiariL’Istituzione scolastica a fronte di un allarme sociale ingiustificato causato da un crescendo incontrollato di commenti e  notizie che ne danneggiano l’immagine procederà alla querela di chiunque diffonderà notizie inesatte se non del tutto infondate, compresi anche i vari commentatori di post pubblicati su Facebook e su altri social.”.Questa la lunga nota stampa su quanto e’avvenuto,Come Direttore Di Questa Testata Prendiamo atto dei fatti,e’ribadiamo che a differenza di altre testate che hanno generato un po’di confusione creando allarme ingiustificato,per parte nostra la delicatezza della vicenda era assolutamente prioritaria,per cui abbiamo aspettato la nota Stampa della dirigente scolastica Lenoci per darne notizia nella maniera piu’corretta possibile.

 

Il Mito Di Tex Willer Al Mat Di San Severo Di;Mimmo Siena

Il Mito Di Tex Willer Al Mat Di San Severo

Il Mito Di Tex Willer Al Mat Di San Severo

Sabato 6 febbraio 2016, alle ore 18.30, presso l’Auditorium del MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo (FG), nell’ambito degli eventi legati alla mostra di fumetti ‘Segni e Sogni di Mario Milano’, si svolgerà un workshop con il fumettista Mario Milano sul tema ‘Tex Willer: dalle origini ad oggi’. INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.L’incontro con l’autore, moderato dallo scrittore Enzo Verrengia, sarà l’occasione per ripercorrere le fasi più importanti del celebre personaggio scritto e creato da Gian Luigi Bonelli e disegnato per la prima volta da Aurelio Galleppini nel 1948. Saranno inoltre illustrate le suggestioni e le scelte tecniche utilizzate da Mario Milano nella realizzazione delle storie di Tex, uno dei più conosciuti personaggi a fumetti italiani di sempre. Infine il fumettista foggiano realizzerà dal vivo uno schizzo del personaggio bonelliano e potrà dedicare illustrazioni e cataloghi che sono in vendita presso il bookshop del MAT.La Mostra Rimarra’aperta fino al Prossimo 14 Febbraio Sia negli orari Mattutini che in quelli pomeridiani-serali.

Una Moda Uguale Per Tutti Tesi Studentesca Trova Supporto Dell’Ass.”Superamento Handicap”Di;Mimmo Siena

Cerignola(Fg)

Cerignola(Fg)

Spesso Le Vicende dei Giorni nostri ci portano a parlare del mondo della Moda,ma con un’attenzione particolare a chi nel mondo della disabilita’ne vorrebbe far parte con tutte le difficolta’che comporta.Lucia Lembo, studentessa in fashion design presso l’Accademia Italiana hs sostenuto e presentato una tesi, che rivolta a persone con disabilità, ai loro familiari e ai loro assistenti per comprendere quali difficoltà e barriere quotidiane possano incontrare anche in un ambito come quello della moda che nell’immaginario collettivo  è sinonimo di estetica e bellezza.  Ma moda e disabilità possono andare di pari passi quando la moda pensa in un’ottica di funzionalità e praticità.L’Associazione Superamento Handicap di Cerignola(Fg), da sempre impegnata a sostenere i diritti delle persone disabili e a promuovere una cultura e una politica del superamento dell’handicap a partire dai loro stessi bisogni, intende supportare tale lavoro di tesi.  Sulla pagina facebook dell’Associazione è riportato il link del questionario i cui risultati saranno presentati in forma anonima nel rispetto della privacy.La moda uguale per tutti è realizzabile solo se è in grado di rispondere alle esigenze di tutti, anche di coloro che in maniera temporanea o permanente si trovano a vivere una condizione di disabilità.