Archivi giornalieri: 11 gennaio 2016

Inaugurata La Scuola-Gelato Perrucci a Cerignola(Fg)Di;Mimmo Siena

Inaugurata La Scuola-Gelato''Perrucci a Cerignola(Fg)

Inaugurata La Scuola-Gelato”Perrucci         a Cerignola(Fg)

Si e’svolta presso La Sede della Scuola Gelato Perrucci a Cerignola(Fg)in Via De Filippo 10,l’inaugurazione della sede della Scuola-Gelato Perrucci,nonche’la consegna del targa di riconoscimento al Maestro-Gelataio Luigi Perrucci per l’avvìo del progetto”Scuola-Gelato 2.0”.Per la prima volta un centro di sperimentazione del gelato artigianale viene aperto nella nostra citta’,e rappresenta un punto di riferimento per l’intera Puglia nella targa consegnata al Maestro Perrucci dal Presidente del Consorzio Gelato Artigianale Nicola Netti viene messa in evidenza”la gratitudine e l’apprezzamento per la formazione e divulgazione ad appassionati e’diversamente abili dell’antica arte del gelato artigianale”.Luigi Perrucci in esclusiva per il nostro Telegiornale non nasconde la sua gioia ma mette in evidenza punti molto importanti per la scuola”E’una bella emozione inaugurare questo centro per Cerignola e La Puglia,la scuola-gelateria e’per tutti giovani,donne,anziani,diversamente abili e’per chi ne ha bisogno,da un punto di vista della solidarieta’,nel sociale aspetti che vogliamo condividere tenendo sempre fermo il concetto di utilizzare l’insegnamento del gelato tradizionale realizzato con materie prime,di divulgare ed insegnare attraverso le associazioni,le scuole,l’universita’con chi vorra’fare questa tipologia di lavoro”.Il Presidente Del Centro Nazionale Gelato Nicola Netti al nostro giornale aggiunge” sono felice che si parta dalla Puglia per trasmettere questa eccellenza cosi’prestigiosa, e l’esperienza di Perrucci e’unica nel suo genere,sia come maestro di vita che come arte”,all’evento ha partecipato anche Vito Calogero,ambasciatore del gelato artigianale nel mondo”Questa e’la Prima scuola di Gelato Artigianale In Puglia,e’un messaggio che vogliamo estendere a tutto il meridione,con la speranza che si formimo colleghi che possano intraprendere e divulgare questa nobile arte”.