«

»

Set 06

Sperimentazione Teleconsulto: continua il servizio avviato a costo zero sulle Isole Tremiti Di;Redazione Speciale News Web 24

Asl Fg Annuncia Prosecuzione Telesoccorso Alle Tremiti

Asl Fg Annuncia Prosecuzione Teleconsulto Alle Tremiti

Prosegue sulle Isole Tremiti la sperimentazione del Teleconsulto, il servizio di assistenza sanitaria a distanza basato sull’impiego di apparecchiature altamente avanzate che permettono di collegare in tempo reale il 118 dell’Isola San Domino con i Servizi Specialistici di Medicina e Urologia del “Tatarella” di Cerignola e di Ortopedia e Cardiologia del “Masselli Mascia” di San Severo.La sperimentazione, infatti, avviata per tre mesi a titolo gratuito, sta permettendo di testare, sino ad ora con successo, la capacità del ponte radio, attraverso il quale sono assicurate le radiocomunicazioni, di supportare tali innovative tecnologie nelle diverse condizioni di funzionamento.In merito alla vertenza degli operatori sanitari del Servizio 118 delle Isole Tremiti, è bene precisare che il precedente gestore ha rinunciato al servizio per l’impossibilità di assumere tutti i quattordici volontari utilizzati sino ad allora in quanto obbligato a seguito di un controllo dell’ispettorato del lavoro.La Direzione, pur non essendo parte in causa nella controversia, si è attivata ed ha proposto alla Regione Puglia la possibilità di derogare allo standard previsto, in ragione della particolarità del servizio e del territorio su cui viene espletato.Continua, pertanto, l’interlocuzione tra la Direzione Generale della ASL Foggia, la Presidenza della Regione Puglia, il Dipartimento regionale di Promozione della Salute e la prefettura di Foggia (che recentemente ha chiesto di essere aggiornato in merito) per cercare possibili soluzioni percorribili sul piano normativo e sostenibili su quello finanziario.

Sperimentazione Teleconsulto: continua il servizio avviato a costo zero sulle Isole Tremiti Di;Redazione Speciale News Web 24ultima modifica: 2017-09-06T08:38:17+00:00da mimmosiena
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento